INTERNSHIP UK

Read how you can change your life

Guerrilla Marketing

Guerrilla marketing è una strategia pubblicitaria non convenzionale che permette alle aziende di promuovere i loro prodotti o servizi investendo piccole somme.

Il termine è stato coniato nel 1984 da Jay Conrad Levinson nel suo libro “Guerrilla Marketing” ed è ispirato alla vera Guerrilla, la cui principale caratteristica consiste nel prendere i nemici di sorpresa (con imboscate, sabotaggi, incursioni). Allo stesso modo, le campagne di Guerrilla Marketing sono impressionanti, inaspettate ed hanno l’obiettivo di creare sorpresa e scalpore utilizzando tattiche pubblicitarie non convenzionali.

Il Guerrilla Marketing richiede alla compagnia di investire tempo, energia, creatività e immaginazione, piuttosto che denaro. Questa strategia predilige luoghi pubblici, come strade, centri commerciali, parchi, spiagge, ma se ne possono trovare molti esempi anche nel web. L’applicazione di diverse tecniche e metodi punta a stabilire un contatto diretto con i clienti e catturare la loro attenzione in maniera efficace. Il suo obiettivo è di rendere attraente un determinato brand, in modo tale da acquisire nuovi clienti, aumentare le vendite e differenziarsi dalla concorrenza. Questo metodo di marketing è molto più efficace rispetto alle forme pubblicitarie tradizionali.

Esistono diversi tipi di guerrilla marketing. I principali sono: Ambient marketing, consiste nell’usare elementi dell’ambiente per trasmettere un messaggio, in particolare collocare pubblicità di articoli in luoghi inusuali; Ambush marketing, è una tecnica in cui il prodotto viene associato ad un particolare evento senza avere l’obbligo di pagare i diritti di sponsor; Stealth marketing,  pubblicizza un prodotto coinvolgendo le persone senza che esse si rendano conto di prendere parte ad una campagna pubblicitaria; Viral marketing, una strategia che induce gli individui a diffondere un messaggio pubblicitario ad altre persone, e punta quindi alla moltiplicazione esponenziale del messaggio; Experiential marketing, mira a una diretta interazione tra cliente e prodotto attraverso l’esperienza, piuttosto che a un messaggio unidirezionale. Astroturfing, aspira a creare un’immagine affidandosi a persone appositamente retribuite con lo scopo di aumentare la visibilità attraverso blog o forum, elogiando un determinato prodotto; Wild posting, utillizza il metodo di collocare molti manifesti pubblicitari in luoghi differenti in modo da catturare l’attenzione del pubblico.

Andiamo ora ad analizzare i pro e i contro del Guerrilla Marketing.

Da un lato, ha molti vantaggi se comparato con le tradizionali forme di pubblicità. Come abbiamo già visto questa strategia risulta essere economica e può essere cucita su misura dell’azienda in base al budget a disposizione, soprattutto le piccole aziende che vogliono raggiungere un ampio pubblico. Oggi giorno veniamo sopraffatti dalla pubblicità, quindi le forme tradizionali di marketing stanno perdendo il loro potere attrattivo. Di conseguenza questo nuovo modo di fare pubblicità facilita il contatto con il cliente accrescendone l’interesse.

Dall’altro lato, non è adatta per quelle aziende che offrono servizi finanziari e assicurazioni. Questo comporta certi rischi, infatti potrebbe non produrre i risultati desiderati. Certe forme di Guerrilla Marketing, come stealth marketing e astroturfing, potrebbero essere considerate non appropriate da parte del consumatore.

 

, , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>