INTERNSHIP UK

Read how you can change your life

Curriculum Vitae in tutto il mondo

L’arte di scrivere un curriculum è una delle più complicate su questa terra, almeno nel caso in cui si creda alle innumerevoli persone che continuano a lamentarsi a riguardo. Si tratta di una situazione inusuale per la maggior parte delle persone. Capita, infatti, raramente di doversi presentare in maniera tanto determinata e nel miglior modo possibile come facciamo quando stiliamo un CV (Curriculum Vitae). Raramente così tanto dipende dal modo in cui scriviamo un documento e, finchè la maggior parte delle persone avrà ancora bisogno di un lavoro per sbarcare il lunario, tutto ciò non cambierà. Sfortunatamente, questa “arte” ha raggiunto un ulteriore livello di difficolta’ grazie alla globalizzazione: i curricula per paesi stranieri.

Quando inoltriamo una domanda per un lavoro nel nostro paese, possiamo attingere da determinate abilità che gia’ ci appartengono. Possiamo usare la nostra lingua madre e condividiamo gli stessi riferimenti culturali con la persona che riceverà la nostra richiesta. All’inizio tutto ciò può non sembrare molto, ma in realtà lo è. Significa, infatti, che la maggior parte delle volte la logica ci dirà cosa scrivere e quali convenzioni mantenere. Nel peggiore dei casi possiamo chiedere aiuto a qualcuno o fare qualche ricerca. Possiamo fare delle ricerche anche quando scriviamo un curriculum per un altro paese ma in questo caso si tratterebbe dell’unico elemento virtualmente a nostra disposizione. Anche se la lingua parlata in quella nazione è la nostra lingua madre, essa tende comunque a seguire altre convenzioni e, ad ogni modo, i nostri riferimenti culturali non sono gli stessi. Ciò significa, dunque, che la nostra logica sociale diventa un ostacolo piuttosto che un aiuto.

UE

Grazie alla recente introduzione di linee guida europee, la scrittura di un curriculum per paesi europei è diventata un po’ più facile. “Europass” offre modelli molto validi e, anche in determinati casi in cui sarebbe meglio applicare un approccio più personale, essi rappresentano comunque una buona fonte di ispirazione. Fornire informazioni personali, oltre ad altre riguardanti l’impiego desiderato, l’esperienza lavorativa, l’apprendistato e la formazione scolastica, è obbligatorio. Tra le informazioni rilevanti sono incluse anche alcune aggiuntive come competenze linguistiche e informatiche, referenze e, in alcuni casi, gli hobby.

UK

Il Regno Unito fa parte dell’unione europea, giusto? Si. Nonostante ciò, così come in altre occasioni in cui ha preservato determinate tradizioni, il Regno Unito rappresenta un’ eccezione alla regolamentazione europea per la scruttura dei curricula. La differenza più lampante è l’assenza di una foto. Nel Regno Unito le foto nei curricula sono proibite per evitare casi di discriminazione. Inoltre, un cosiddetto profilo personale all’inizio del CV è obbligatorio. Tale riassunto di massimo cinque righe è spesso l’unica cosa che gli addetti alle risorse del personale leggono prima di decidere se tu sei la persona giusta o meno.

USA

La prima differenza più lampante in questo caso è il fatto che quello che nel Regno Unito è chiamato CV, in America è chiamato “resume” (sommario). Tale sommario ha qualcosa in comune con il profilo personale utilizzato in Inghilterra: All’inizio è spesso possibile trovare la categoria “punti di forza chiave” che consiste di solito in un elenco di capacità.

Altri Paesi

Come illustrato precedentemente, le convenzioni dei diversi paesi sono quasi ironicamente differenti, perciò ecco alcune delle “Particolarità dei CV”: In Giappone è necessario fornire una copia scritta a mano del curriculum, poichè si ritiene che la grafia riveli molto riguardo alla persona. In Cina si include il numero di figli. In Australia, invece, a paragone con gli altri paesi, i curricula sono lunghi, tanto da arrivare fino a cinque pagine. E come ultima cosa, ma non in ordine di importanza, in Sud Africa sei tenuto a fornire dettagliate informazioni personali, che includono persino il numero della carta di identità , cosicchè la tua identità possa essere controllata.

Non c’è dubbio che questo articolo non abbia offerto istruzioni dettagliate per ogni paese, ma non era questo l’obiettivo. Ciò che, però, questo articolo prova è che la stesura dei curricula richiede una determinata dose di ricerca e in particolare quella per i curricula destinati a paesi stranieri. Per questo se sei alla ricerca di un lavoro all’estero, accertati di conoscere tutte le convenzioni a cui devi attenerti e in caso contrario, informati a riguardo!


, , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>