INTERNSHIP UK

Read how you can change your life

10 suggerimenti per i recrutatori

di Daniel Jimenez

Molte volte quando stiamo cercando un lavoro ci prepariamo le risposte alle domande più frequenti con l’obiettivo di ottenere l’impiego. Ma vi siete mai messi nei panni dei recrutatori? Se pensate ai loro target, a ciò che vogliono sapere, al motivo per cui fanno certe domande, ecc. allora capirete i quesiti e risponderete meglio. Nel seguente articolo darò dei suggerimenti utili per i recrutatori.

Come primo punto, dovete decidere in anticipo quali abilità e competenze volete testare per occupare il posto vacante. Se non siete la persona adatta e non sapete molto riguardo la posizione, potete trovare nella vostra azienda degli esperti che siano più familiari con i requisiti richiesti dal lavoro. Vi diranno le caratteristiche che devono avere i candidati e il comportamento che devono tenere. Un volta che li sapete potete preparare una lista di domande aperte che fareste ai candidati.

Come secondo punto, ricordate che dovete trascorrere il 70% del tempo facendo domande riguardo le competenze senza utilizzare più di quindici minuti per abilità.

Come terzo punto, assicuratevi di fare domande riguardo a situazioni reali e relative a comportamenti passati. Ricordatevi che state facendo queste domande perchè possono prevedere come sarà una condotta futura. Dovete testare i candidati con domande particolari formulate al passato al fine di sapere esattamente cosa hanno fatto.

Come quarto punto, dovete fare domande ai candidati riguardo alle situazioni in cui hanno fallito così da poter sapere ciò che non sono in grado di fare. L’obiettivo più importante quando fate queste domande è quello di conoscere il loro trascorso. Devono dirvi ciò che hanno fatto, perchè hanno fallito e cosa farebbero se in un futuro si trovassero nella stessa situazione. Si può fallire perchè siamo esseri umani ma dovete imparare da ogni sbaglio che fate.

Come quinto punto, dovete utilizzare i colloqui per raccogliere informazioni. Per farlo, dovete prendere appunti. Successivamente, potete valutare il candidato ed esprimere un’opinione.

In conclusione, quando fate un colloquio a qualcuno, dovete conoscere i vostri target. In altre parole, il profilo esatto del candidato. Dovete poi conoscere la vostra strategia, in altri termini, le domande da formulare.

, , , , , , , , ,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


*

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>